Criminal Minds 7x01 - It takes a Village

21:52



Voto: 10 e lode

Finalmente ricomincia CM, sinceramente non so come ho fatto a sopravvivere tutto questo tempo senza di loro!

Episodio semplicemente splendido. Tanto per cominciare adoro la struttura narrativa scelta per lo svolgersi dell'episodio, questo racconto/flashback narrato dai diversi personaggi che sono sotto interrogatorio da parte della commissione del senato.
Insomma, partiamo subito con la tensione altissima, sia per la situazione precaria in cui si trova tutta la squadra, sia perché si trovano ad affrontare ancora una volta Ian Doyle che oramai è una specie di incubo.
Inutile dire che la sceneggiatura e le musiche sono, come sempre spettacolari, la fotografia rende benissimo le scene, vengono inquadrati i punti giusti nel momento giusto, da mozzare il fiato!
Sarà che non riesco ad essere obiettiva con questa serie, ma sono decisamente euforica.
E poi sono tutti lì, abbiamo di nuovo tutta la squadra al completo.
Era anche ora tra l'altro, considerando perché JJ e Prentice avevano avuto una storyline così particolare ella sesta!
In ogni caso una trama decisamente fantastica. Un ritorno alla grande di JJ e Prentice, soprattutto di Prentice che torna alla "Surprise, surprise, I'm alive!" e tutti lì a bocca aperta come dei pesci lessi, Aaron escluso perché lui è The boss.
Tra l'altro magistrale interpretazione di Gubler che ci offre un Dottor Reid spettacolare, l'ho adorato quando dice al senatore: This is calm, and it's Doctor. *________________*
Il povero Morgan si è preso una bella badilata sui denti, è quello che è stato più colpito dalla morte di Prentice e quindi è anche il più colpito a vederla viva, anche qui Shemar Moore ci stupisce con effetti speciali, ovvero una recitazione meravigliosa che lascia trasparire fin troppo bene gli stati d'animo del personaggio.

Se poi proprio vogliamo parlare di Aaron con la barba, beh parliamone volentieri. Una versione alternativa di Hotchner che gradiamo molto, così come ho gradito moltissimo l'affiatamento dimostrato, ancora una volta, con i membri della sua strada, loro si affidano a lui e lui si affida a loro. E' inevitabile che lui abbia qualche segreto, è normale, è il loro caposquadra e per proteggerli deve prendere decisioni difficili, discutibili, ma non sbaglia un colpo.

Per concludere direi che sono le parole di Prentice quelle che riescono a dipingere quello che è quadro molto preciso e veritiero dei nostri FBI:
“The only people I know who could accomplish that mission just walked out. They have integrity and most importantly, they honor their oath. I will support and defend the Constitution of the United States of America against all enemies, foreign and domestic. I will bear true faith and allegiance to the same. That I take this obligation freely without any mental reservation or purpose of evasion. That I will fully discharge the duties upon which I am about to enter, so help me God.”

So, we are glad they're back.

You Might Also Like

0 commenti

E tu che ne pensi?

Follow the yellow brick road

Like us on Facebook

Flickr Images