Babbling with Vera: From Milan to Rome.

17:04

(With not so much love...)

È passato poco più di un anno da quando dalla mia camera con le sue scritte sui muri e i libri infilati in ogni angolo mi sono trasferita.
Finito il liceo, raggiunta la maggiore età, passato il test d'ingresso per l'università: direzione Milano. Ho fatto le valigie e messo le ali ai piedi, ormai mi andava stretta casa, avevo bisogno di cambiare aria; e l'ho fatto.
Mi sono trovata un altro rifugio, un bel nido in una mansarda minuscola ma con un abbaino che mi faceva guardare su tutta Milano. Una mansarda vuota e spoglia, ma con una finestra che mi faceva guardare lontano.



Pian piano l'ho riempita quella mansarda, di foto, di libri, di musica, di amici e di risate. 
E poi ho dovuto salutarla: una borsa di studio mi ci ha portata lontano, non tanto, ma quanto basta per farmela mancare.
Roma, nuova città, nuove persone e nuovi posti.
Dire che a primo impatto l'ho odiata a morte è dire poco. Ma la cosa sta migliorando, la sto girando, poco a poco e sto imparando a volerle bene a questa Roma. Così diversa dalla mia adottiva Milano, ma comunque meravigliosa.
Obiettivo dell'anno e mezzo che passerò qui: imparare a conoscere questa città.

 

Perché una città con posti come Roma è un delitto non imparare a conoscerla.

Off I go.

You Might Also Like

0 commenti

E tu che ne pensi?

Follow the yellow brick road

Like us on Facebook

Flickr Images