Following Jane Austen - Orgoglio e Pregiudizio light novel

17:00

Inizio oggi una rubrica personale che desideravo tenere da tempo, l'ho intitolata Following Jane Austen ed è incentrata sulla nota autrice britannica e sulle sue opere. Nei diversi appuntamenti di questa rubrica recensirò i libri di zia Jane, i libri ispirati e/o derivati, gli adattamenti a fumetti e parlerò un po' dell'autrice stessa. Iniziamo quindi a seguire le orme di Jane con la Ligh Novel della Marvel su Orgoglio e Pregiudizio.




First step: Orgoglio e Pregiudizio, a Marvel Light Novel


Orgoglio e pregiudizio è il primo adattamento della Marvel di uno dei romanzi di Jane Austen. Curata da Nancy Butler e disegnata da Hugo Petrus la light novel viene pubblicata in cinque albi editi da Marvel Illustrated, specializzata negli adattamenti a fumetti di grandi classici della letteratura mondiale, tra i quali troviamo: Dracula, L'ultimo dei Mohicani, Moby Dick, Il libro della giungla, I tre moschettieri, L'iliade, L'Odissea e tanti altri.
Come si può leggere nell'introduzione di Nancy Butler, Orgoglio e Pregiudizio è la prima miniserie dedicata quasi interamente ad un pubblico femminile e che sarà seguita a settembre (in Italian, perché negli U.S.A. sono già usciti tutti) da Ragione e Sentimento e poi da Emma e Northanger Abbey

La cover Italiana.
Titolo: Orgoglio e Pregiudizio
Autrice: Jane Austen
Scritto/Curato: Nancy Butler
Disegni: Hugo Petrus
Editore: Marvel
ISBN: 978-8863046687
Prezzo: 15 euro.
Personalmente sono combattuta.
Ammetto di avere apprezzato tantissimo questa light novel, l'ho trovata adattata alla perfezione e curata in ogni dettaglio; l'amore per Jane Austen e il suo romanzo trasuda da ogni pagina, da ogni vignetta e da ogni descrizione.
Però. Chiaramente c'è un però. E riguarda lo stile di disegno. Quando avevo saputo che la Marvel avrebbe pubblicato una versione a fumetti quello che mi ero limitata a guardare erano state le cinque cover degli albi e dal disegno promettevano tutte benissimo Cover1; Cover2; Cover3; Cover4; Cover5. Il chara-design interno, curato da Hugo Petrus, è invece molto diverso, le figure sono molto marcate, a tratti quasi confusionarie, come investite da una valanga di tratti e colori non necessari. Le tonalità utilizzate nella colorazione sono estremamente marcate e forti, abbondante è l'uso dei chiaroscuri e sembra quasi che il fumetto assuma una pesante nota di cupezza, soprattutto nelle scene di interni. La verità è che il disegnatore si rifà troppo alla versione cinematografica del 2005 sia per lo stile dei personaggi che per la decorazione di interni ed esterni. Uno stile più simile a quello delle cover 1, 4 o 5 sarebbe stato più adatto all'ambientazione ottocentesca. Nonostante le influenze evidenti subite dal film di Joe Wright la light novel rimane estremamente attinente al romanzo presentandoci gli eventi nel giusto ordine ed evidenziando elementi che nell'adattamento cinematografico non erano contemplati. Insomma, se il tratto decisamente molto Marvel (personalmente mi ricorda davvero tanto alcuni fumetti di Vedova Nera e a tratti Lizzie mi ricorda Kitty Pride) non vi crea disturbo, anzi vi piace, io mi sento di consigliarvelo, perché quella è l'unica vera "pecca" che si può trovare.
Detto ciò, mi pare chiaro che la mia impressione sia postiva, soprattutto perché non è mai facile avere successo con questi adattamenti, si rischia sempre di non soddisfare qualcuno o per il disegno o per i dialoghi o anche solo per le cover, si tratta solo di essere flessibili e di venirsi incontro. Il lavoro è buono? È ottimo. Il disegno interno non ti piace? È una questione di gusti personali e non è certo colpa del disegnatore in quanto non si può dire che non sia bravo.

Ora aspetterò con ansia che escano gli altri che saranno disegnati tutti da autori diversi. Nella fattispecie attendo con trepidazione "Northanger Abbey" e l'ancora non uscito nemmeno in U.S.A. "Persuasione".



M.J.

You Might Also Like

1 commenti

  1. Comprai il fumetto a Bath e sono pienamente d'accordo con te.
    Lo stile del disegno, che possa piacere o meno, stona con l'adattamento in se, rendendo poca giustizia alle atmosfere fintamente pastello del romanzo.
    Detto questo, è davvero un adattamento sublime.

    RispondiElimina

E tu che ne pensi?

Follow the yellow brick road

Like us on Facebook

Flickr Images