Carta Rubata al Camino #1: Obsidian

14:21


 «Loro non sono come noi.» 
Ma sono fatti esattamente come noi... là sotto.

 
Eccoci all'inaugurazione di una nuova rubrica, rubrica che nasce dal profondo del mio cuore che si è rotto dopo avere letto sta roba, si è rotto perché è stato brutalmente accoltellato dai plot hole, dai personaggi insipidi e dalla trama insensata. Come potrete intuire è una rubrica di schifezze, ovvero libri brutti. Ma così brutti che te li sogni di notte, quei libri che vorresti che non avessero mai scritto perché sono terrificanti e pensi che servano a una sola cosa: alimentare il camino nelle gelide serate invernali.  
ATTENZIONE. QUESTA RUBRICA CONTIENE UN ALTO TASSO DI SPOILER.

Obsidian


Titolo: Obsidian
Autore: Jennifer Armentrout
Casa Editrice: Giunti (perché?)
Pagine: poche per fortuna
Prezzo: troppo altro per questa roba
ISBN: è davvero necessario?
Trama: E se l’amore viaggiasse alla velocità della luce? Katy, una book blogger diciassettenne, si è appena trasferita in un paesino soporifero del West Virginia, rassegnandosi a una noiosa vita di provincia. Noiosa finché non incrocia gli occhi verdissimi e il fisico da urlo del suo giovane vicino di casa: Daemon Black è la quintessenza della perfezione. Poi quell'incredibile visione apre bocca: arrogante, insopportabile, testardo e antipatico. Fra i due è odio a prima vista. Ma un giorno Daemon salva Katy da un’inspiegabile aggressione, bloccando il tempo con... un flusso sprigionato dalle sue mani. Sì, il ragazzo della porta accanto è un alieno. Un alieno bellissimo invischiato in una faida galattica, e ora anche Katy, senza volerlo, c’è dentro fino al collo. L’unico modo per sopravvivere è stare incollata a Daemon. Sempre che lei non lo uccida prima...
Sexy, appassionante e irrinunciabile, Obsidian è il primo capitolo dell’attesissima serie “Lux”.



Di cosa parla davvero questo libro?
Obsidian è la storia di Kat Salcazzo che si trasferisce in West Virgina dopo la morte del padre, qui in sei secondi diventa la migliore amica della vicina di casa Dee e la nemesi del di lei fratello Daemon. Daemon e Kat si odiano, ma sono attratti l'uno dall'altro, si amano, ma si odiano, ma non sanno cosa provano, ma non è il caso, ma forse sì. Insomma, rompono le palle finché non si scopre che in realtà i vicini di casa sono alieni di luce e ci sono degli alieni di ombra che danno loro la caccia per ucciderli. Kat emana luce perché sta vicina agli alieni buoni, gli alieni cattivi cercano di ucciderla, ma lei è strafiga, prima salva Daemon, poi Daemon salva lei. Fine del primo libro.

Il camino protesta perché...
Prima di tutto per avere portato in Italia questo capolavoro di libro; sapere che è il primo di una serie mi uccide dentro, la sola idea che ci sia un seguito mi fa sanguinare gli occhi... penso di volermi suicidare.
Rivoglio indietro le cinque ore della mia vita che ho buttato via per leggere questo obbrobrio.
Prima di tutto se leggo un libro io pretendo di leggere una cosa scritta non dico bene, perché non pretendo che tutti ne siano in grado, ma in modo per lo meno decente; questo libro è una presa in giro nei confronti dei lettori, è scritto malissimo, senza dare coerenza alle cose che vengono dette, con uno stile semplicistico e scialbo. L'autrice sceglie di utilizzare la prima persona senza essere minimamente in grado di usarla, quello che ne esce è un'accozzaglia di idee banalotte e ridicole che lasciano il lettore a bocca aperta, in senso negativo chiaramente. Non mi soffermerò troppo sulla traduzione, perché, davvero gente, è il minore dei mali.
Passiamo ora ai problemi con la trama.
Dunque, la trama tratta di... di... datemi due minuti. Insomma, la storia consiste in... Mi arrendo, non riesco a trovarla. 
Ah, no, scusate. 
È normale, visto che la trama non esiste!
Il problema fondamentale, che troppe autrici contemporanee non capiscono, è che non si può scrivere un libro fantasy/fantascientifico senza una trama – a meno che il vostro nome non sia Douglas Adams, ma guess what? Non lo è. La storia ruota attorno alla relazione tra Daemon e Kat, per altro gestita malissimo, e la successiva scoperta del fatto che in realtà i suoi vicini e metà della popolazione della città sono alieni.
Ora, io credo che un libro sci-fi non possa ruotare solo attorno a una storia d'amore ci deve essere altro, non pretendo molto, ma uno straccio di strama sì, cosa ti costa!? Persino la Meyer è riuscita a trovare una trama orizzonatale alla saga di Twilight. 
La trama di questoo coso doveva svolgersi attorno al fatto che i vicini di casa della protagonista sono alieni, ma viene reso malissimo,come se il fatto che non siano umani sia stato messo lì per dare un po' di pepe alla storia e giustificare una scazzottata; e poi, scusami Armentrout, ma non ti considererò mai una persona degna di essere presa in considerazione dopo che, per giustificare la copula tra protagonista e vicino figo, mi vieni a dire che "laggiù sono fatti proprio come noi". Sei una trucida, cazzo! Un minimo di decenza! Poi diamine 'sta protagonista non ha uno straccio di amica anche se viene da un posto dove era sempre fuori; tiene un blog di libri che viene nominato due volte per sbaglio, ma lei non legge un libro e non parla mai di libri; ha una madre che sembra un'adolescente in preda agli ormoni che la incita a provarci col vicino; e soprattutto soffre chiaramente di bipolarità per quanto riguarda Daemon, scusa Kat - Kitty, seriamente ti fai chiamare così? Chi ti credi di essere? Shadowcat? - ma posso dirti una cosa? I tuoi gusti in fatto di uomini fanno schifo, trovatene uno che non ti umili e non ti insulti ogni dieci minuti. E la cosa grave è che questo tizio piace! MA VI RENDETE CONTO CHE È UN UOMO DI MERDA?!

Questo libro è terrificante, sono 12 euro per poco più di 300 pagine.... con interlinea 2 e i magini di 3,00. Davvero. Potevate almeno fingere di sbattervi per l'impaginazione! Senza dover palesemente aumentare l'interlinea in modo ridicolo solo perché questo schifo di libro era troppo corto per un'edizione accettabile.
E sapete la cosa grave qual è? L'autrice ha deciso che non bastava un solo libro, ce ne vogliono altri due, più uno squallidissimo prequel. IO TI ODIO, cambia mestiere, impara a scrivere.
Non dico molto, ma almeno le basi dello storytelling, tipo: come si crea un personaggio, cosa diamine è una trama.

Sei una vergogna, Armentrout. 
Ridammi le ore della mia vita buttate nel cesso.

Verdetto: Ti brucerei, ma sei in formato ebook.






MJ



You Might Also Like

7 commenti

  1. Che recensione simpatica XD ma 'Verdetto: Ti brucerei, ma sei in formato ebook' è la parte migliore XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francy, sono contenta che ti sia piaciuta :)

      Elimina
  2. "Laggiù sono fatti proprio come noi" spero non sia una citazione del libro... XD
    Carina la rubrica, anche il nome è simpatico! Alexiel Mihawk sei la stessa del Cos, vero? O sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono io :3 Chiunque tu veda con questo nick, stai certa che sono io!
      La citazione è parte di un dialogo che inizia con lei che chiede «Siete fatti come noi... da quelle parti?» e dopo che lui la prende in giro e la provoca, finisce con lei - voce narrante - che dice: "Okay, da quelle parti erano esattamente come noi".
      E in questo punto mi è venuta un'ulcera e sono stata tentata di scaraventare il kindle dalla finestra .__.

      Elimina
  3. Il tuo è uno di quei nick che rimangono impressi, non so perché ;) Io sono Carol24 sul forum e per un po' ho fatto parte dello staff. ^^ Accidenti, questo libro tocca livelli di orrore molto alti... xD

    RispondiElimina
  4. No, ma che poi lasciando stare cose troppo complesse come la trama... già leggere di uno che si chiama Daemon Black ed è il solito bellissimo, ma antipaticissimo, tenebroso e con un segreto che lo rende ancora più figo mi viene il nervoso. Ovviamente si innamora subito della prima tizia che si trasferisce da un'altra città. Per coronare la marysuaggine, nel caso ce ne fosse bisogno, lei gestisce un blog di libri (che di solito, nel mondo alla OC si traduce come: sfigata), ma diventa l'unica depositaria della vera verità. Il tutto condito dalla prima persona che se gestita male, la Hamilton insegna, rende la cosa ancora più ridicola. E gente così viene pubblicataaaaah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui è la copia sputata di Ian in The Vampire Diaries, non si è nemmeno presa la briga di cercare un altro nome; poi sta sulle balle perché è palese con sta storia della blogger che la Armentrout abbia pensato di lanciare il libro col passaparola su internet, infatti in italia è stato pubblicato perché le bloggher italiane hanno fatto una petizione per averlo, o una cosa simile. Che poi in America pubblichino cani e porci non è un problema mio, però almeno cerchiamo di portare in Italia solo i lavori migliori, tanto vendono comunque.

      Elimina

E tu che ne pensi?

Follow the yellow brick road

Like us on Facebook

Flickr Images