Jane Austen Book Club

12:47

Ritorna Following Jane Austen, la rubrica incentrata sull'autrice britannica




Oggi vorrei parlare di Jane Austen Book Club, libro di Karen Joy Fowler con relativo adattamento cinematografico del 2007.


A proposito del libro.
Titolo: Jane Austen Book Club
Autore: Karen Jay Fowler
Casa Editrice: Neri Pozza
Pagine: 304
ISBN: 88-545-0029-1
Prezzo: 16,00 euro
Trama: Jocelyn ha passato i cinquanta, ma non smette di partorire un'idea bizzarra dietro l'altra. Sylvia, la sua migliore amica – si conoscono da quando avevano entrambe undici anni – le ha appena confessato che, dopo trendadue anni di matrimonio, suo marito le ha chiesto il divorzio. Trentadue anni di gioie e soddisfazioni svaniti improvvisamente nel nulla, ha detto singhizzando. E Jocelyn che cosa ha fatto? Ha avuto la stramba idea di fondare un club del libro, il Jane Austen Book Club, poiché, ha detto citando Kipling, «non c'è niente di meglio di Jane quando sei nei pasticci».
Che a Jocelyn sia venuta in mente la Austen e nessun altro scrittore o scrittrice è naturale. Jane Austen ha scritto meravigliosi romanzi sull'amore e, esattamente come Jocelyn che si prende cura solo dell'amore e delle passioni altrui, non si è mai sposata. Che Sylvia poi abbia accettato è anche questo naturale. Jane Austen è sempre stata per lei una figlia, una sorella, una zia, la scrittrice che scriveva i suoi libri in un salottino affollato e li leggeva ad alta voce ai parenti per rincuorarli.
Sorprendente però l'entusiasmo manifestato all'idea da parte di Bernadette, Allegra, Prudie e Grigg, un bel quarantenne scapolo con i capelli scuri.
Bernadette, sessantasette anni, una donna che se ne frega ormai di tutto e di tutti, una che è stata vista al supermercato in ciabatte e con i capelli sparati sulla fronte come se non si fosse nemmeno pettinata, ha subito detto che lei ama immensamente la Austen di Orgoglio e pregiudizio , la scrittrice che è un grande genio della comicità, capace di scrivere pagine irresistibili, sferzanti e ironiche. Ha proposto perciò di inaugurare il club con la lettura di questo romanzo, ma Jocelyn ha scartato subito l'idea. Come si fa a propinare un tipo così sexy come Darcy, il protagonista maschile di Orgoglio e pregiudizio, a una che è nelle condizioni di Sylvia?
Allegra, la figlia di Sylvia, una ragazza che si fa tagliare i capelli corti da parrucchieri costosi e porta scarpe economiche e sexy, e non si lascia sfuggire un'occasione per dichiararsi lesbica, ha confessato che lei adora la Austen, una scrittrice che non manca di mostrare quali terribili conseguenze possano avere le necessità finanziarie sulle vite private delle donne! Prudie, che si è sposata da poco, e ha solo ventotto anni, la pelle bianchissima e le guance scavate, ha sussurrato che la sua Austen preferita è la scrittrice cupa di Persuasione, l'autrice morta a soli quarantuno anni!
Grigg, infine, il bel quarantenne scapolo con le ciglia troppo lunghe e fitte per un uomo, si è addirittura presentato alla prima riunione con l'opera completa della Austen sotto al braccio… Romanzo irresistibile in cui quattro donne e un uomo, intrattenendosi sul «significato del matrimonio, dello status sociale e dell'amore in Jane Austen» (Publisher Weekly), svelano gli orgogli e i pregiudizi del nostro mondo, Jane Austen Book Club ha rivelato, sulla scena letteraria americana, lo straordinario talento di Karen Joy Fowler.


Vi ho ricopiato la quarta di copertina perché sono abbastanza sicura che sia il riassunto migliore possibile, penso anche sia molto bella e che sia un'idea di questo libro completamente sbagliata. Jane Austen Book Club è un libro che ti fa credere che quello che leggerai verta principalmente attorno alla Austen e alle sue opere, ma non è così. Non ci vengono mostrati diversi modi di leggere e di vedere una stessa autrice, bensì le vite di cinque persone diverse che si intrecciano e proseguono assieme.
con questo non voglio dire che sia un brutto libro, anzi, la Fowler è in grado di scrivere un libro piacevole e utilizzando uno sile gradevole e molto scorrevole trascina il lettore in un vortice di emozioni e vicende estremamente realistiche, in cui ci si può immedesimare perfettamente. Mi aspettavo una cosa diversa, ma questo non significa che non sia soddisfatta da quello che poi mi sono ritrovata a leggere, ecco.
I personaggi sono belli, sfaccettati, diversi tra lro, in un certo senso si può dire che a modo loro ricordino vagamente alcuni dei personaggi di Jane, ma in chiave più moderna; non è quindi tanto la serie di commenti ai libri di Jane, che qui manca, a trasparire, quanto più il fatto che i suoi romanzi sono sempre moderni, sempre attuali, sono romanzi che possono essere reiterpretati in modo diverso ogni volta che vengono letti.
Insomma, i libri non passano di moda, mai.
Inutile dire che ho amato particolarmente il personaggio di Prudie, così dolce e tenera, una piccola lettrice accanita, innamorata del suo lavoro e innamoratissima di suo marito, che si trova per la prima volta in una situazione particolare quando un suo alunno le fa delle avances. Prudie è la lettrice di Jane che è in tutti noi, anzi che è in me, perché poi ognuno si mmedesima con un personaggio diverso, ma è sicuramente quella che mi rispecchia di più, non è un caso che la sua Jane sia anche la mia Jane. La Jane di Persuasione, di Anne e del Capitano Wentworth.
Comunque sia ho amato tutti i personaggi, le loro storie e la loro evoluzione, è la vita che va avanti e si intreccia a quella degli altri, alle volte torna indietro e fa luce su memorie passate, ma insomma, il concetto è che è la vita. E a me è piaciuto davvero tanto.
Forse questo libro e la sua quarta di copertina non c'entrano tantissimo l'uno con l'altra, ma rimane un bel romanzo, un compagno piacevole per trascorrere qualche ora sprofondati in una poltrona.







A proposito del film
Nel 2007 è stato fatto un adattamento cinematografico del libro, che ho visto quasi per caso circa un mese dopo averlo finito (questa è ancora una delle letture di questa estate, quindi la visione è abbastanza recente).

Nel cast - per la gioia di tutte le fangirl e soprattutto mia - ritroviamo Hugh Dancy nei panni di Grigg, Emily Blunt nei panni di Prudie, Kevin Zegers che interpreta lo studente, Maria Bello come Jocelyn e Maggie Grace as Allegra. Insomma un cast piacevole, particolarmente azzeccato per alcuni, fortemente inadeguato per altri personaggi che dovrebbero essere sulla cinquantina, ma non dimostrano nemmeno quarant'anni.
Partiamo mettendo le mani avanti, non è un brutto film. È carino, si lascia vedere, è anche piacevole, peccato che io abbia letto il libro e qui sembra davvero il regista non lo abbia fatto. Si è fatto raccontare la trama e ha deciso di farne un adattamento. Sono particolamente piccata perché la storyline che è stata modificata di più è quella di Prudie che nel libro è innamoratissima di suo marito (nel film Ryley di Buffy) che è pressoché un uomo perfetto, dolcissimo, intelligente, che la segue, la aiuta, insomma è tanta roba. Nel film suo marito è un ragazzone che gioca a Fifa invece di risolvere i problemi di coppia cosa che porta Prudie a prenderlo in giro davanti a tutti dicendo che per lui l'unica Austen che esiste è una città somewhere e che la spinge a quasi iniziare una relazione con il suo stupende figo Kevin Zegers alias Alec di Shadowhunters. Ci arriva davvero vicina, ma alla fine decide "guidata da Jane" di salvare il suo matrimonio.
Il film non è male, anzi è davvero carino, però rimango piccata per questo cambiamento di trana, che in realtà è ininfluente ai fini della storia e se vogliamo ci offre alcune delle scene più belle di utto il film, e con belle intendo proprio belle a livello visivo e recitativo. La scena con Emily Blunt e Zegers che si guardano dai lati opposti della strada è davvero stupenda.
Insomma se il libro vi ha delusi il film vi soddisferà di più, se invece il libro lo avete adorato il film vi piacerà, ma lascerà quel saporino amarognolo in bocca, quello che rimane quandoavreste voluto che le cose andassero in modo diverso.







MJ

You Might Also Like

0 commenti

E tu che ne pensi?

Follow the yellow brick road

Like us on Facebook

Flickr Images