Il figlio del cimitero di Neil Gaiman

16:40

Titolo: Il figlio del cimitero
Autore: Neil Gaiman
Casa Editrice: Mondadori
Collana: Oscar Bestsellers
Pagine: 342 pp.
Prezzo: 10,00 euro
ISBN: 978-8804601739
Trama: Ogni mattino Bod fa colazione con le buone cose che prepara la signora Owens. Poi va a scuola e ascolta le lezioni del maestro Silas. E il pomeriggio passa il tempo con Liza, sua compagna di giochi. Bod sarebbe un bambino normale. Se non fosse che Liza è una strega sepolta in un terreno sconsacrato. Silas è un fantasma. E la signora Owens è morta duecento anni fa. Bod era ancora in fasce quando è scampato all'omicidio della sua famiglia gattonando fino al cimitero sulla collina, dove i morti l'hanno accolto e adottato per proteggerlo dai suoi assassini. Da allora è Nobody, il bambino che vive tra le tombe, e grazie a un dono della Morte sa comunicare con i defunti. Dietro le porte del cimitero nessuno può fargli del male. Ma Bod è un vivo, e forte è il richiamo del mondo oltre il cancello. Un mondo in cui conoscerà l'amicizia dei suoi simili, ma anche l'impazienza di un coltello che lo aspetta da undici lunghissimi anni...

Siamo al 16 Gennaio e io mi trovo a recensire il secondo libro di Gaiman, il primo che ho letto, L'oceano in fondo al sentiero, era stata una mezza delusione e mi sentivo un po' amareggiata perché le letture di inizio anno non erano riuscite a soddisfarmi come avrei desiderato. Per risollevarmi il morale ho pensato di dare una possibilità ad un altro libro di Neil, sperando che questa volta fosse quella buona, sperando di non sbagliarmi.
Il figlio del cimitero ha risposto a tutte le mie aspettative e le ha addirittura superate. La narrativa per ragazzi non è un genere facile, perché contiene al suo interno una varietà di romanzi immensa e ogni volta è un po' un terno al lotto, si passa, infatti, da libri fin troppo infantili ai famigerati young adult, da classici senza tempo a romanzi contemporanei tanto piacevoli che anche un adulto ne rimane affascinato. Fortunatamente per me The graveyard book (titolo originale del libro) rientra in questa categoria e conquista il lettore con la sua originalità e le sue meravigliose illustrazioni.
Gaiman torna a deliziarci con una storia delicata e divertente, è la storia di Nobody "Bod" Owens, che, dopo essere sfuggito per miracolo allo sterminio della sua famiglia quando era solo un neonato, viene allevato dagli abitanti del cimitero in cima alla collina. Il giovane Bod trova così una famiglia e poco gli importa che la sua famiglia non sia a tutti gli effetti viva o umana, perché ciò che può imparare nel cimitero molto probabilmente gli salverà la vita, vita che da quattordici anni è in serio pericolo di vita, perché fuori dal cimitero l'uomo misterioso che ha ucciso la sua famiglia lo sta ancora cercando. Col passare del tempo Bod cresce e matura e sente l'esigenza di vivere nuove esperienze, di esplorare il mondo al di fuori del cimitero; con questo non dico che il romanzo sia l'epica avventura di un ragazzino che esce dal cimitero, perché non lo è, piuttosto racconta il processo di crescita di un bambino che viene allevato in modo diverso e che vede il mondo con occhi innocenti e con l'ingenuità tipica di chi vede le cose senza malizia e senza timore.

Il figlio del cimitero è un libro che tutti possono leggere, non importa quanti anni abbiate, non serve essere
bambini per apprezzare questo genere di narrativa: incalzante e molto dolce. Il volume, anche nell'edizione economica, è corredato di bellissime illustrazioni in bianco e nero che accompagnano il lettore durante il viaggio, fino alla fine del libro.
Ho davvero amato questa storia, mi ha coinvolto e mi ha emozionato, mi sono ritrovata a parlare con i personaggi nel disperato tentativo di dirgli cosa fare, di chi fidarsi, da chi scappare, inutile dire che nessuno di loro mi ha dato ascolto, ma poco importa. Ammetto che alla fine mi sono perfino commossa, non tanto, giusto un po', il necessario insomma. Ma che volete farci, io a Gaiman non so resistere.


Questo libro si merita cinque dinosauri su cinque!



MJ

You Might Also Like

6 commenti

  1. L'avevo già aggiunto in wishlist dopo aver letto l'ultimo www wednesday...
    la tua recensione mi ha convinta ancora di più *-*
    E la copertinaaa <3
    Sono d'accordo con te, quando si trovano romanzi per ragazzi fatti bene, non c'è età che tenga :3

    RispondiElimina
  2. È un libro delizioso *-* dei libri di Gaiman per ragazzi ti consiglio Coraline, secondo me è anche superiore a questo *____*
    (ed è inquietantissimo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coraline è bellissimo *O* L'ho letto lo scorso anno e l'ho adorato! Adesso vorrei procurarmi Fortunately the milk (credo sia questo il titolo) che mi dicono sia tanto bellino! Anche se non so se mi sia piaciuto di più Coraline di questo, sono molto diversi anche se sì, Coraline è stra inquietante!

      Elimina
  3. Ciao! Sono una nuova follower!
    Io adoro Neil Gaiman! Sto leggendo American Gods e ho già letto Nessun Dove (che ti consiglio) e i ragazzi di Anansi. Spero in futuro di leggerne degli altri, tra cui questo.
    Ti lascio il link del mio blog http://nicholasedevelyneildiamanteguardiano.blogspot.it/
    Vieni a dare un'occhiata se ti va! :)

    RispondiElimina

E tu che ne pensi?

Follow the yellow brick road

Like us on Facebook

Flickr Images