Top Ten Tuesday #5 Top Ten Books I Can't Believe I've Never Read

15:00


Oggi è martedì, è martedì - come oramai sappiamo tutti - è giornata di TopTen. La top di oggi è relativa hai libri che non posso credere di non avere mai letto. Avete presente tutte quelle volte che siete passati di fianco ad un romanzo dicendo: Oh, devo averlo, devo leggerlo assolutamente! Ecco, la classifica di oggi vi presenta i dieci libri con cui lo dico S E M P R E. 


Books I Can't Believe I've Never Read
 
Il grande Gatsby, di Francis Scott Fitzgerlad. Hanno fatto in tempo a fare un film con Di Caprio e sono pure riuscita a non vederlo. Uno dei classici più famosi di sempre. Davvero non so perché ancora non lo abbia letto.
Lolita, di Vladimir Nabokov. Non posso credere di non averlo ancora letto, anche se ammetto che ho sempre paura di iniziarlo perché ho un po' il sospetto che mi potrebbe deludere.
Io, Robot, di Isaac Asimov. Robot, Asimov, fantascienza, cosa voglio di più dalla vita? Davvero. Perché non l'ho ancora letto? Perché? Cosa c'è che non va in me?
Ernest Hemingway. Metto lui direttamemente perché non ho mai letto assolutamente niente di suo, non posso nemmeno dire che non ho suoi libri in casa perché ne ho almeno cinque o sei. Credo di non averlo mai letto perché provo una sorta di irritazione nei suoi confronti, anche se non so bene cosa la provochi.
Il signore delle mosche, di William Golding. Questo è nella lista da un po', soprattutto da quando ho deciso di approfondire il genere distopico. La cosa più divertente è che si trova nella libreria dei miei genitori più o meno da quando sono nata. E non l'ho mai letto. Seriamente.
Un albero cresce a Brooklyn, di Betty Smith. Non ho idea di quale sia la trama di questo libro e non ho idea del perché sia così offesa con me stessa per non averlo mai letto. So che è un classico e che conosco solo gente che lo ha amato. Sono un po' piccata perché vorrei amarlo anche io, ma giustappunto non l'ho ancora letto.
Il rosso e il nero, di Stendhal. Non ho scuse. Sono una becera. Non ho mai nemmeno avuto l'occasione di leggerlo a scuola, eppure ce l'ho a casa.
Il labirinto dei libri sognanti, di Walter Moers.  Qui non commento nemmeno, Moers è uno dei miei autori preferiti E IO NON HO LETTO QUEL LIBRO. Sono ritardata o cosa?!
Inheritance, di Chritopher Paolini. L'ultimo libro del ciclo dell'Eredità, è in casa da una vita e ancora non l'ho preso in mano. E non è nemmeno la mole a spaventarmi, non so perché ancora non lo abbia letto. Dopo anni non ho idea di come finisca la saga. Sono davvero senza speranza.
Cuore d’Inchiostro, di Cornelia Funke. Muoio dalla voglia di leggerlo, mi sto trattenendo perché ancora non ho i libri successivi della serie e ho paura che appena lo avrò finito sentirò il bisogno di correre a comprarli. E ora non posso farlo.

Questa topten fa vergognare profondamente la lettrice e la fangirl che vivono in me. Ma spero di recuperarli quasi tutti quest'anno.




MJ




You Might Also Like

3 commenti

  1. Di Hemingway ho letto diversi passaggi a scuola e in università ma non so. Condivido la tua strana irritazione derivata da non so bene cosa. Essendo io una brutta persona, però, l'ho rivalutato dopo Midnight in Paris, anche se in realtà continuo a non aver letto niente di suo.
    Il rosso e il nero l'ho letto e non mi ha fatto impazzire, ma magari a te piace. De gustibus. Lolita è uno dei libri preferiti (se non IL LIBRO) di una persona che odio e questa cosa si è riflessa nella mia poca voglia di avvicinarmici. Mi hai messo curiosità per Cuore d'inchiostro, anche se non ho la minima idea della trama. Il titolo m'ispira. Leggiamolo! Il signore delle mosche è nella mia lista da molto, anche quello analizzato e letto a pezzi e bocconi ;_; shame on me.
    Se però continui a parlare di libri nuovi io non so come farò a leggere quelli che ho già in programma. Pfff.

    RispondiElimina
  2. Ne ho letti parecchi, e te li consiglio tutti (tranne Paolini :P ).
    Di Hemingway ti consiglio Per chi suona la campana, è stato uno dei primi classici che ho letto e l'ho amato come non credevo possibile *-*
    Il Rosso e il Nero a me è piaciuto tanto, ma a me piacciono i mattoni dell'ottocento XD
    Lolita è un libro disturbante: per carità, scritto benissimo ed interessante, ma che il protagonista sia un pedofilo e la storia gli anni di abusi su una bambina... amore e odio °^°
    Un albero cresce a Brooklyn è meravigioso, l'ho letto qualche mese fa e me ne sono innamorata *___*

    RispondiElimina
  3. Arg, molti di questi devo leggerli anche io.
    Cuore d'Inchiostro e Gatsby li ho letti e mi sono piaciuti entrambi. Fitzgerald scrive che è una meraviglia, ho davvero adorato il suo stile! Quello della Funke l'ho letto quando ero più piccola e lo rileggo praticamente ogni anno *-*

    RispondiElimina

E tu che ne pensi?

Follow the yellow brick road

Like us on Facebook

Flickr Images