Unpopular opinions book tag

15:00

Inutile nasconderlo, a volte durante una lettura ci sentiamo esattamente così. E almeno una volta rappresentiamo la classica voce fuori dal coro. Ammettiamo quindi il nostro "meh" interiore di fronte a qualcosa che invece sembra aver fatto breccia nei gusti generali dei lettori, o il giubilo che abbiamo provato di fronte a qualcosa che ha rattristato/perplesso le masse.


1. A Popular Book or series that you didn't like.
Una saga che proprio non mi è piaciuta è quella creata da C.S. Lewis: Le cronache di Narnia.
Tadadadan. Mi rendo conto che il problema è mio, ma ho arrancato fino alla fine solo perché è un classico che prima o poi si deve leggere. Amo la copertina, una delle mie preferite in assoluto, e in genere amo i libri-mattone che sfidano il lettore dall'alto delle loro mille e passa pagine, ma non è andata. Tanta noia e tanta testardaggine per finirlo. E tutti i riferimenti/parallelismi religiosi non hanno aiutato l'impresa.

2. A Popular Book or series that every one else seems to hate but you love.
Odio e amore non sono proprio le parole adatte, ma a grandi linee una saga su cui leggo parecchi pareri negativi e che invece a me piace molto è Outlander, di Diana Gabaldon. Trovo che l'autrice documenti bene ciò che scrive (e quando si parla di viaggi temporali, guerre, e eventi/personaggi storici importanti non è facile) e ci ha senza dubbio regalato una coppia protagonista che non ha eguali. Come tipologia, intendo. Clare è una donna molto sveglia e dal carattere forte e deciso, una grande osservatrice e abbastanza pratica da prendere decisioni sofferte ma necessarie. Non di meno è una donna innamorata, capace di guidare il suo compagno e farsi guidare a sua volta. Jamie è più piccolo e incredibilmente onesto, possiede una vena prudish adorabile, ma non per questo è meno forte o deciso di Clare. I due hanno caratteri che si compensano e sotto altri punti collimano perfettamente, rendendo la loro relazione assolutamente credibile, reale e palpabile.

3. A Love Triangle where the main character ended up with the person you did NOT want them to end up with OR an "otp" that you don't like. 
Dopo aver scritto e cancellato diverse volte la risposta perché non c'è un modo efficace per evitare spoiler pesanti -l'occhio cadrebbe comunque dove non deve- opterò per una coppia non spoilerosa. Jaime e Cersei Lannister non sono la mia otp. No, no, no. Io Jamie lo voglio con Brienne
(Per favore, non spoilerate me. Non sono in pari con i libri!)

4. A popular book Genre that you hardly reach for.
Non sono fatta per la poesia. Mi avranno traumatizzata a scuola, non lo so, ma in ogni caso è un no. E ci ho provato comunque, ma il tentativo ha solo ribadito il no. 
 
5. A popular or beloved character that you do not like.
Simon Lewis - Shadowhunters. (Almeno fino a quando non gli viene data una storia.)
E' una delle poche cose che lo show mostra in maniera molto fedele. Simon Lewis non è mai servito a una mazza fino a quando non gli capita l'inevitabile. Lui passava il tempo a essere rapito, essere geloso di Jace, fare battute, e ossessionare Clary con frasi tipo: "Andiamo via Clary, possiamo farcela da soli!". Ma che cosa dici, Simon? Che se ai tempi sapevi allacciarti le scarpe da solo era già tanto. E non aveva nemmeno la scusa di essere utilizzato come il classico personaggio utile per far capire l'ambiente soprannaturale al lettore, visto che per quello c'era già Clary.
Sul serio, durante i primi libri questo ragazzo ha saltato sui miei nervi pagina dopo pagina mentre continuavo a chidermi "Perché? Perché? Perché?!"

6. A popular author that you can't seem to get into.
E.L.James
Sono sicura che non serve scrivere altro.

7. A popular book trope that you're tired of seeing. (examples "lost princess", corrupt ruler, love triangles, etc.)
In questa categoria c'è qualcosa che è riuscito a superare persino i tanto sdoganati triangoli amorosi. Ebbene si. Una cosa che non sopporto e che sembra essere molto popolare sia nei libri che nelle serie tv, è la bizzarra decisione di creare una protagonista femminile che viene definita "badass", quando in realtà è semplicemente una ragazzina fastidiosa, maleducata, arrogante e incapace di ascoltare. Ma ovviamente le riesce tutto. Insomma il classico personaggio indeciso, goffo e timido che però è anche tosto, coraggioso e deciso. Alto ma basso. Biondo ma bruno. Simpatico, ma anche no.
Perché sembra che se un protagonista non le ha tutte allora non va bene.
E qui sempre più gente che salta sui miei nervi.

8. A popular series that you have no interest in reading.
Difficile, io voglio provare a leggere tutto. Ma c'è una serie che non ho più intenzione di proseguire perché l'esasperazione ha avuto la meglio. La serie -urbanfantasy- su Anita Blake, di Laurell K. Hamilton. (Serie che al momento conta ben ventisette volumi.)
In sunto, Anita è una risvegliante di zombie -nonché negromante- che si occupa di risvegliare i morti per fini legali. (Ribadire le ultime volontà, e simili.) Anita è abile nel combattimento, nell'uso delle armi, in campo investigativo ed è la classica protagonista tosta (a volte mi creava problemi), divisa tra il vampiro "Master" della città: Jean-Claude, e l'insegnante lupo mannaro: Richard.
I primi libri li ho divorati. L'equilibrio tra le diverse parti (investigativa-soprannaturale-personale) era ottimo e pian piano aveva iniziato a svilupparsi un plot orizzontale più grande. Tutto bene, fino a quando la parte investigativa viene ridotta al minimo del minimo -se non quasi eliminata- e il plot orizzontale inizia a girare attorno a un mitico dilemma: "con chi andrà a letto Anita?". Perché dopo Jean-Claude (io tifavo per lui!) e Richard ne sono arrivati altri. (Non che gli altri due siano spariti, chiaro, si è solo creato un grande gruppo.) Ed è successo il macello. Come se non bastasse, più avanti Anita sfoggia questo nuovo e incredibile potere, "l'ardeur", che necessita lei vada a letto con uomini diversi. For real.
Mi sono vista cambiare la serie lettura dopo lettura, ero disperata. Volevo solo fermare la giostra. Alla fine sono scesa, ho fatto prima.

9. The saying goes "The book is always better than the movie", but what movie or T.V. show adaptation do you prefer more than the book?
Mai capitato uno show o un film migliori del libro... Andrò a naso. Non ho letto i libri di The Vampire Diaries, ma credo che almeno le prime tre stagioni dello show fossero meglio dei libri.


E qui finisce l'unpopular tag, trovato su youtube e originariamente creato da TheBookArcher.
Confessate anche voi le vostre unpopular opinions e ricordate che tutto ciò è puramente frutto del mio parere personale!


Celyan

You Might Also Like

4 commenti

  1. Molto carino questo tag :) non lo faccio solo perché a molte domande non saprei cosa rispondere (ad esempio, non leggo nessuna serie).
    Ti capisco sulla difficoltà con Narnia... per carità, io in genere non leggo fantasy e infatti è uno dei pochi che ho affrontato: da profana di questo mondo mi è piaciuto, ma i riferimenti religiosi in effetti sono pesanti.

    RispondiElimina
  2. Effettivamente ora mi rendo conto di aver risposto citando praticamente solo serie. Questo è indicativo del problema che ho. Zero controllo.
    Narnia effettivamente è una di quelle letture che prima o poi vanno fatte (ad esempio, se non leggi spesso il genere fantasy, Narnia è comunque qualcosa che arricchisce il bagaglio letterario in generale, quindi scelta ponderata bene). Personalmente, sentivo già di mio poca empatia verso i personaggi, quando poi ho iniziato a collocare i vari (non tutti, ne sono certa) riferimenti religiosi è stato anche peggio. :/
    In ogni caso la prossima volta punterò sicuramente su un tag più orientato sui singoli libri, magari lo invento direttamente... In ogni caso, mi piace come facciano riflettere su tutte le letture fatte da ciascuno!

    RispondiElimina
  3. DIO BRANDO QUANTO E' VERA LA RISPOSTA SU ANITA BLAKE. Io l'ho amata come serie e penso continuerò a farlo NONOSTANTE TUTTO, ma quella risposta riassume tutta la mia esasperazione. So che gli ultimi volumi sono tornati più simili alle prime storie maaaa... non ho la forza di recuperarli per ora. Laurell, aripijate.)

    RispondiElimina
  4. Io dopo Blue Moon non sapevo più che fare. Ho letto Butterfly -e lì mi son fermata- perché incentrato di più su Edward (mio personaggio preferito). Comunque si, ancora non ho capito che è successo nella testa della Hamilton.

    RispondiElimina

E tu che ne pensi?

Follow the yellow brick road

Like us on Facebook

Flickr Images